I gusti dei consumatori in materia di turismo si sono evoluti, soprattutto è cambiata l’offerta che ha incentivato notevolmente il settore dei viaggi, soprattutto di breve periodo, con la possibilità di visitare luoghi anche lontani senza dover affrontare grandi spese.

Questo fenomeno ha inevitabilmente influenzato il mercato degli immobili turistici, spostando la domanda dalla casa al mare, o in montagna, distante anche più di 600 chilometri, alla casa “per il week-end” localizzata quindi a non più di una/due ore di automobile dalla città in cui si vive.

Una domanda ricorre molto spesso “Ha ancora senso acquistare una casa al mare?” Ecco alcuni aspetti positivi se state pensando di acquistare una seconda casa:

1) Fare un break e staccare dal lavoro anche solo per 2 giorni.
Le code in Autostrada il venerdì e la domenica dimostrano che avere la possibilità di trascorrere il fine settimana fuori città, allontanarsi dal caldo e dallo smog è diventata una ragione di vita.

2) Un altro fattore da non sottovalutare è il rendimento che potrebbe dare negli anni, valutando anche la possibilità di dare in affitto il proprio appartamento quando non lo si utilizza.

3) Ridurre incredibilmente le spese extra, in particolare rapportato ad alloggiare in un hotel. Mangiare a casa, ad esempio, è un modo notevole per risparmiare denaro (esattamente come quando si è a casa)

4) Creare relazioni con i tuoi vicini e con le persone che incontri durante le vacanze.

Il bello del mare è anche “gli amici del mare“. Amici che vedi tutti gli anni solo durante le vacanze estive. Quanti di noi, da piccoli ma anche da grandi, andando in villeggiatura nello stesso posto non hanno creato forti legami?

E poi risparmiando sugli extra, ci si può concedere un weekend fuori porta ma durante l’anno.
Avere una casa circondata dalla bellezza del paesaggio toscano ed in particolare di quella pineta tanto amata e celebrata da Gabriele D’Annunzio nella celebre poesia “La pioggia nel Pineto”. Un luogo incantato che gli stranieri ( americani ed inglesi in primis) ci invidiano tantissimo e noi, che viviamo a poca distanza, dovremmo sfruttare di più!

La Residenza il Piviere a Tirrenia, sorge proprio nel mezzo della pineta toscana e si affaccia sul mar Tirreno, offre varie tipologie abitative: monolocale, bilocale, trilocale e attico.

Residenza Il Piviere

E che dire di Jesolo, la Miami d’Italia? La città di mare che le più grandi archistar del mondo stanno trasformando completamente. Solo a Jesolo si può nuotare in mare ammirando i capolavori architettonici di Norman Foster, Richard Meier e Zaha Hadid.

Tra le incredibili opere che fanno da cornice alla città di Jesolo c’è anche Merville Casa nel Parco firmato da Gonçalo Byrne e João Ferreira Nunes.

Merville- Casa nel Parco

L’obiettivo degli architetti era di rivalutare la pineta di Jesolo Lido, bella e selvaggia ma trascurata. I due architetti portoghesi di fama internazionale che hanno progettato soluzioni abitative che rispondessero alle esigenze del vivere contemporaneo, dove eleganza e comfort si uniscono in connubio perfetto. Tenendo conto dell’impatto ambientale nel disegnare l’aspetto edilizio ed ecologico nel prevedere gli impianti, in modo da fondere la natura con il piacere di sentirsi a casa.

 
Leggi anche ” Le famiglie italiane tornano ad acquistare la casa al mare”: http://www.travelnostop.com/news/cronaca/le-famiglie-italiane-tornano-ad-acquistare-la-casa-vacanze_126471
A questo punto non ci resta che augurarvi buone vacanze!
 

 

Condividi:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someonePrint this pageBuffer this page