La legge di Stabilità 2016 ha introdotto due importanti agevolazioni che fanno scendere molto le imposte a chi cambia alloggio e non riesce a vendere la vecchia abitazione o a chi acquista un’abitazione in cantiere.
http://www.appartamenti-parabiago.it/

Lo scopo è ovviamente quello di dare nuova vitalità al mercato immobiliare che è si in ripresa ma che da anni arranca.

Cosa cambierà con la Legge di Stabilità 2016?

La prima agevolazione prevede imposte ridotte per chi compra una casa da un privato e vende entro un anno la casa che possedeva già. Ovviamente questa agevolazione è per gli immobili residenziali non di lusso.

La seconda riguarda le abitazioni acquistate da un costruttore: metà dell’Iva che grava sulla vendita potrà essere recuperata in dieci anni sotto forma di detrazione Irpef.

 


Sono due provvedimenti che possono portare a un risparmio di parecchie migliaia di euro in tasse su un contratto di acquisto.

Quali requisiti per usufruire delle agevolazioni?

Per avere queste agevolazioni è necessario rispettare le seguenti condizioni :

1) l’abitazione non deve appartenere alle categorie catastali A/1, A/8, A/9;
2) chi compra deve stabilire la residenza nel comune in cui si trova la casa entro 18 mesi.

Come già detto ora è possibile ottenere il trattamento fiscale di favore anche se si risulta proprietario di un’abitazione comprata con agevolazione fiscale purché la si rivenda entro un anno e questa facilitazione vale anche se la casa posseduta è nello stesso comune in cui si trova l’abitazione nuova, ma solo purché a suo tempo sia stata acquisita con agevolazioni.

Quali agevolazione nell’acquistare dal costruttore?

I vantaggi si applicano anche a chi compra da un costruttore e sono molto di più convenienti.

L’Iva sulla prima casa è al 4%, a fronte del 10% applicabile alle seconde case non di lusso.  All’Iva vanno poi aggiunte altre 600 euro a titolo di imposte di registro, ipotecarie e catastale.

Va inoltre sottolineato che l’acquisto da impresa edile viene tassato sul prezzo reale e non sul valore catastale: significa che su una casa del valore di 200mila euro se si può usufruire dell’aliquota agevolata si possono risparmiare ben 12mila euro (Iva a 8.000 euro anziché a 20mila). 

Per ulteriori informazioni www.erif.it

Condividi:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someonePrint this pageBuffer this page