La crisi del mercato immobiliare sembra essere finita in tutta Europa e anche in Italia.

 A dirlo è l’European Outlook di Scenari Immobiliari che prevede un futuro decisamente roseo per il mercato immobiliare che stima un aumento di 500 mila compravendite per la fine del 2016.

 
 

Aumento di compravendite dovuto in particolar modo a: 1) una maggiore facilità di accesso ai mutui, 2) l’attesa della ripresa economica e 3) la domanda dall’estero

 “La crisi immobiliare- spiega il rapporto-pare definitivamente terminata. Si apre un mercato con quotazioni stabili e una forte domanda di innovazione e qualità di prodotti”. Un ruolo notevole nella ripresa lo potrebbero avere gli immigrati: “Nello scorso decennio – ha detto Mario Breglia, presidente dell’Istituto di studi e ricerche – i lavoratori stranieri hanno comprato oltre un milione di case in Italia. Una corretta politica dell’accoglienza e del lavoro può aiutare l’inserimento sociale anche attraverso la residenza e questo rimette in moto anche il sistema immobiliare”.
 
 

Sulla scia dell’ottimismo del mercato immobiliare, anche il 36% delle piccole imprese sostiene di essere fuori dalla crisi economica.

 Si tratta di dati molto incoraggianti, specialmente se si considera che la crescita economica dell’Italia risulta ancora modesta.

 Secondo l’Osservatorio Congiunturale di Fondazione Impresa, nel primo semestre 2015, il 35,9% delle piccole imprese italiane – ovvero quelle con meno di 20 addetti – sostiene di aver superato la crisi economica. Una quota che cresce tra le piccole imprese manifatturiere e dei servizi: il 46,7% del manifatturiero dichiara di “essere fuori dal tunnel” e nel caso dei servizi la percentuale è pari al 39,4%.

 
Sul nostro sito http://www.erif.it/ trovate tutte le informazioni sulle nostre residenze e sugli appartamenti in vendita nella provincia di Milano, Varese e Novara.
Condividi:Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someonePrint this pageBuffer this page